Assoc. Fed. Italiana Cuochi Trulli e Grotte
Via Spirito Santo 49
70015, Noci
Tel.: 080 4972460
Tel Diretto: 389 1999137 
fictrulligrotte@yahoo.it
25/03/2016, 22:59



Congresso-di-Firenze-2016


 Il Nostro Chef Executive Sebastiano D’Onghia prepara con poveri Ingredienti un piatto favoloso a Papa FrancescoI cuochi Fic al congresso di Firenzededicano un piatto a Papa Francesco



  Piatto Dedicato a Papa Francesco

    Carpaccio di cacio e pere con noci e arancia, questi gli ingredienti del
    piatto che i cuochi Fic, riuniti alla stazione Leopolda di Firenze, hanno
    preparato in occasione della visita di Papa Francesco.

"piatto


 “Omaggio alla semplicità”. È il titolo della ricetta che gli chef della Federazione italiana cuochi, in collaborazione con la Fipe - Confcommercio, hanno realizzato alla Stazione Leopolda per il Santo Padre, Papa Francesco, nel giorno della sua visita a Firenze. Carpaccio di cacio e pere con noci e arancia, sono gli ingredienti che il cuoco Sebastiano D’Onghia di Noci (Ba), ha utilizzato richiamando alcuni concetti espressi proprio dal Papa a Firenze.
 Così il pecorino, che ricorda la figura del pastore, «che deve odorare di gregge» come ha detto Francesco. «Così devono essere i cuochi - ha spiegato il presidente della Federazione italiana cuochi, Rocco Pozzulo -
 uniti, insieme alla ristorazione per il consumatore». Un piatto realizzato con semplicità e che parte da un concetto etico, con i colori bianco e giallo del vaticano, e i prodotti semplici come il formaggio e la pare che hanno anche il valore della frugalità. «I cuochi italiani lanciano da Firenze un piatto che rispecchia quello che è il messaggio universale di solidarietà vicinanza - dice Aldo Cursano, presidente regionale e vicario nazionale di Fipe Confcommercio - e per dare un benvenuto al Santo Padre ricordando che i cuochi cucinano prodotti etici e poveri con l’obiettivo comune che il cibo è alimentazione e un diritto universale e inalienabile». Il piatto è stato
presentato nell’ultima giornata di Food and Wine in Progress, la manifestazione che dalla scorsa domenica 8 a martedì 10 novembre ha ospitato alla Stazione Leopolda di Firenze show cooking e convegni sulla
ristorazione.


"sebastiano
"piatto



    Riconoscimento   per   il   Maestro   di   cucina   Sebastiano   D’Onghia
    Executive Chef di Miramonte Party a Noci.
    Nel corso di una partecipata cerimonia che si è tenuta lo scorso  2 dicembre  presso l"Hotel Regina
    Palace di Stresa, alla presenza del Presidente nazionale della Federazione Italiana Cuochi Prof. Rocco  Pozzulo, e delle otto associazioni professionali che compongono la confederazione di Solidus, lo chef  Sebastiano D’Onghia, apprezzatissimo e noto executive di Noci e già valente docente presso gli Istituti  Alberghieri della zona, è stato insignito del titolo di Gran Maestro della Ristorazione.
 L" importante   onorificenza   gli   è   stata   conferita   all’unanimità   dall"Assemblea   Generale   dell’Ordine  Professionale dei Maestri di Cucina della Federazione Italiana Cuochi   “ per il  grande contributo alla  crescita sociale dell’ UNIONE CUOCHI REGIONE PUGLIA , nel dirigere ed organizzare la formazione  per i giovani delle scuole alberghiere, ottenendo una crescita altamente qualificante, ma soprattutto  PIONIERE   IN   SISTEMI   DI   CATERING   E   BANQUETING,     per   la   sua   umiltà   nel   dispensare sapientemente   le sue conoscenze  acquisite a tutti i suoi collaboratori  e non solo , dando lustro alla  nostra  categoria”  Un riconoscimento meritato quello assegnato al Maestro Sebastiano D’Onghia, il cui nome è legato a  doppio filo con quello della città di Noci e della Puglia, in quanto ha ricoperto dal 1996 al 2002 il ruolo di  Presidente   dell’Associazione   Cuochi   Trulli   e   Grotte   e   dal   2002   al   2006   il   compito   di   Presidente  dell’Unione Regionale dei Cuochi Pugliesi.  Una testimonianza professionale che da onore alla Puglia e che rappresenta il coronamento di una  carriera  lavorativa  contraddistinta  da   umiltà,  creatività,  rigore  e   duro  lavoro   sempre   nell’ottica   della  valorizzazione e promozione dei tesori agroalimentari del proprio territorio e della Puglia in particolare. La continua ricerca, l’innovazione, l’attenzione alle nuove tendenze gastronomiche rappresentano i veri  capisaldi dell’agire professionale del Maestro D’Onghia, che l’ho portano ad essere sempre un passo  avanti rispetto alle richieste del mercato, riuscendo ad interpretare i nuovi bisogni alimentari con grande  capacità di soluzione.
 “Non avrei mai immaginato – ha detto D’Onghia – che con pentole e padelle un giorno avrei avuto
 l’onore di essere insignito di questa Onorificenza. Voglio condividere questo importante riconoscimento  con la mia famiglia, ma anche con tutto il mondo della scuola, con i miei colleghi insegnanti, con i tanti  giovani che iniziano a percorrere la strada della professione con sacrificio e passione, e con tutti i  miei  colleghi che, in condizioni non facili, portano avanti la loro missione lavorativa per regalare ai clienti uno  scampolo di felicità”.
                                                                                                    Giacomo Giancaspro


"www.pugliaresort.com


    “L’esperienza appena conclusasi dell’incontro con il Santo Padre     Francesco   ci   ha   riempiti   di   gioia   e   di   un   nuovo   slancio   per affrontare  la vita”,   questo   è   il   pensiero   comune   dei   soci   e   dei parenti che hanno voluto aderire al viaggio a Roma organizzato
dall’associazione Cuochi Trulli e Grotte, per assistere all’udienza del Papa il 3 febbraio 2016.
 L’associazione, nei suoi rappresentanti, si è ben organizzata per  questo evento ed ha portato in dono al Santo Padre un cesto con i prodotti tipici della nostra terra, ed anche un berretto da cuoco in
 zucchero  pastigliaggio.  Inoltre  lo  chef  Sebastiano   D’Onghia   ha  scritto,   a   nome   dell’associazione,   una   lettera   consegnata direttamente al Papa dal presidente Fatalino Pasquale, insieme a  tutti gli altri doni. Il Santo Padre ha apprezzato molto questi doni  ed   ha   messo   in   tasca   la   lettera   promettendo   di   leggerla   in   un  momento più riservato.  In   sintesi   la   lettera   racchiude   innanzitutto   una   nostra  presentazione:   chi   siamo   come   associazione   e   dove   operiamo. Ringraziamo   il   Papa   per   l’attività   di   apostolato   che   lui   sta operando, risvegliando nel popolo Cristiano la Fede in  Dio padre  Misericordioso   e   Madre   piena   d’amore   per   l’uomo.   Inoltre   si  chiede al Santo Padre, come lui ha chiesto per se stesso a tutti i
cristiani, di pregare per noi, di portarci sempre nel suo cuore e di  impartirci la Sua benedizione. In conclusione si invita Sua Santità a venirci a trovare nel territorio trulli e grotte dove l’associazione     opera.




1

Booking online

Web Master Associativo Federazione Cuochi Trulli Grotte
Mariano D'Onghia Noci Tel.: 3495621064
terradipuglia@yahoo.it
Assoc. F.I.C Trulli e Grotte Sede Associativa Via Spirito Santo -70015 - Noci  (BA) P. IVA 04838450726
Create a website